Incapsulanti per Amianto Compatto

Si parla di amianto compatto quando le fibre del minerale sono fortemente legate in una matrice stabile e solida (come il cemento-amianto o il vinil-amianto). In edilizia, solitamente, quando si parla di amianto compatto ci si riferisce a quelle lastre piane o ondulate (eternit) presenti nelle coperture che venivano ampiamente usate in quanto caratterizzate da una estrema leggerezza, resistenza alle intemperie ed al calore e da un costo contenuto, quando sono in buono stato di conservazione non tendono a liberare fibre spontaneamente, ma con la continua esposizione all'azione degli agenti atmosferici i manufatti subiscono un progressivo degrado, dovuto alle piogge acide, agli sbalzi termici, all'erosione eolica e ai microrganismi vegetali. Pertanto, dopo anni di vita le lastre possono presentare fessurazioni e/o lesioni superficiali più o meno evidenti ed importanti con conseguenti affioramenti di fibre e possibili fenomeni di liberazione nell’ambiente circostante. In questa sezione vengono riportati i prodotti che A.R.T. S.r.l. propone per la bonifica di questi manufatti in ottemperanza al D.M. del 20 agosto 1999 che stabilisce i criteri di utilizzo e le caratteristiche prestazionali dei rivestimenti incapsulanti

INCAPSULAMENTO PER IL CONFINAMENTO PERMANENTE:

- Incapsulamento in Classe A: incapsulamento manufatti in cemento amianto a matrice compatta a vista all'esterno;
- Incapsulamento in Classe B: incapsulamento manufatti in cemento amianto a matrice compatta a vista all'interno;
- Incapsulamento in Classe C: incapsulamento manufatti in cemento amianto a matrice compatta non a vista.

INCAPSULAMENTO PER LA RIMOZIONE:

Incapsulamento in Classe D:
Incapsulamento manufatti in cemento amianto da rimuovere.

Visualizza come

Prodotti per pagina

Prodotti per pagina

CATALOGO PRODOTTI

CATALOGO NOLEGGI

Contatti